Canecavallo, di Franco Marcoaldi

di Franco Marcoaldi

riposo

Corri canecavallo, corri dietro
gli aironi che sorvolano
in pattugli la laguna.
Non ha importanza alcuna
che sfuggano alla presa; correre
è l’unica gioia, l’unica fortuna.
Raspa, perlustra con la zampa
il ciuffo d’erica in cerca
del tesoro di lucertola che cela.
Saetta la tua coda
mentre si alza il canto
solenne di cicale.

Cerchi e sei pago di cercare-
in fondo, per te come per me
senz’altro più importante che trovare.

Corri canecvallo. Fruga annusa
fiuta, spendi le tue energie di vita
prima che cali il sole.

[a Zyran, senza poter aggiungere altre parole]

2 commenti

  1. Grazie Ottavio. M:

  2. bellissima!! ho scoperto Marcoaldi leggendo Baldo,un libro stupendo in cui emorgono tutte le vere emozioni che legano l’uomo al cane,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: