meraviglia

di Ottavio Sellitti

pianta

Palle gli occhi sulla faccia
a cerchio le labbra
meraviglia a vedere
LE PIRAMIDI
IL PARTENONE
IL COLOSSEO
IL CASTEL DEL MONTE
PIAZZA SAN PIETRO
o I PALAZZI DI NEW YORK
stiracchiati dalla Terra al Cielo.

Meraviglia più grande a non vedere
le colonne dei suicidi sui giornali
affollate da ingegneri architetti scienziati designer
arresi di fronte alle linee dello stelo
o le vene di una foglia
dell’ultima pianta
sbucata dal cemento.

5 commenti

  1. Ivano Natalini · · Rispondi

    Molto bella e profonda.

  2. Wow! Che sorpresa questi versi.
    Un monito per ognuno, la Natura è lei l’artefice di tutto.

  3. giuliana · · Rispondi

    Bravo! niente male.

  4. veltins · · Rispondi

    L’immagine che lasci dello stelo che nasce dal cemento è molto molto incisiva, ci vedo anche un significato simbolico. Ma ti faccio un appunto; quando il designer, o l’architetto o l’ingegnere osservando e ispirandosi alla Natura la “copiano” se rifletti bene non fanno una cosa molto diversa dal poeta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: