Mario Benedetti – Vedi qualcosa qui, vedi qualcosa?

Iòditu alc achì, iòditu alc?
Vedi qualcosa qui, vedi qualcosa?

E son lis vôs dei nestris cuàrps, che tu ju as vulùt ben.
Sono le voci dei nostri corpi, che tu gli hai voluto bene.

Sono le vostre voci.

‘O ti cjali là che tu sês. Dove sei, ti guardo,
vieni, insieme con noi, non spaventarti, se ti tocco.

No puès, no vuêi, no, non voglio, resta tu,
siamo a darti la forza, noàtris

‘o ti dên la fuarce. E non sono io.

di Mario Benedetti (da Pitture nere su carta, Mondadori Lo Specchio, 2008)

2 commenti

  1. mmmmm….beh! che dire….. inquietanteeee…
    queste voci separate dai corpi…che parlano….e che dicono???

    mi stanno venendo le paranoie…

    Molto carino il blog….pieno pieno….ho sempre pensato di scrivere un blog letterario però poi la costanza mi manca….ho tanti progetti accantonati…però mo vediamo un po se trovo qualcosa da postare….ti fò sapè!

    ciao ciao

  2. Giorgio Di Costanzo (Ischia) · · Rispondi

    venerdì 19 dicembre 2008
    il manifesto numero speciale
    a 50 euro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: