Tremendità di solstizio

di Franca Brea

Le pietre del giorno
Hanno essiccato l’agra
Bocca di fieno
Per che il sole
Raccolto nelle conche
Prendesse strada di rivi
Senza che il sapore
Dell’odierno male
Ne spegnesse il pizzico e la fame.

Fame di affamati
Ciondolati qua e là
Dove capita
Dove si può
Crogiolati nei dolori
Del mesto giorno
Dall’alba al profondo notturno
Notturno indiano
Tra i fumi d’incensi
Arroccati al fuoco dolente
In girotondo una danza tribale
Tra le dita tazze di porcellana
E indosso pelli d’animale

Tra i fiori del cielo e l’animale
Distesi in rime il ramo
E la rotula,
in mezzo alle faglie –
che poi conti pure sulla pelle e
tra un dito e l’altro –
vi è quella estrema tra
naso e naso
come un problema di congiunzione
che trovi in abissi
animali e nel profondo foco
che si incenera.

Pelle squamata
Strati su strati
A poco a poco spellati
Dal sole che batte forte
S’arrossa, si cuoce
Come carne da macello
Su carbonella di mattoni
L’uno sull’altro
A formare una torre
Fino all’alto
Fino a dove
Fino a quando
Le stelle luminose
Intonano il nome
Di chi resta da giù,
da qui
col collo piegato all’indietro
sussurrano
stendono le braccia
all’umana pietra
di forme scolpita
di tratti incisa: l’espressione del volto
carica o anonima
l’indifferenza dei predecessori
la noncuranza dei posteri

la mia storia come quella
di quattro piccoli indiani perduti,
malcerti sui denti,
malcapitati su questa landa
dai contrasti devastati
che ha per cielo un fondo
nero e verde, questa la storia iscritta
nell’unghia, nel labbro malfermo
che trema senza intenzione
e s’arriccia schifato
per il peccato dimenticato

È un’avventura millenaria
Che più non ha conto
Le dita della mano
Non bastano
Non bastano i profili
Passati
Di gesta da epopea fantastica
Non bastano che gli animi comuni
Le medesime tribolazioni
Di chi per fede
E non per barbarie
Si cibò del totem
Parlate
Con gli aborigeni
Forse i primi, forse gli ultimi
Chiedetene il riscatto
Osservate la loro nudità
E il loro peccato

Tra gli abbracci e i baci
Ci stringemmo soltanto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: