Black Rabbit

Di Marco Aragno

 

Non è luce il bagliore lanciato
dallo specchio che ci sorprende,
muti, come in sogno,
sullo sfondo di questa terrazza.
C’è solo un soffio, un colpo secco
d’ali al vento, oltre la ringhiera.
Tu che dovresti dirmi
il silenzio delle case intorno
le grandi cucine dai tavoli vuoti
sorridi della lentezza del tempo.
Ma se non parli avranno più senso
le ombre che gridano nei tombini
nei fischi delle metropolitane.

Un commento

  1. Antonio Merce · · Rispondi

    Trovo la poesia molto bella. Conserva un po’ di respiro e un po’ di silenzio. Il titolo la colora di nero, malgrado la luce a specchio. Grazie…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: