Sorry

di Carlo Brio

Perdonami,
se paio smielato,
tocca con la punta dell’indice.
Affondi nell’acqua mista
a pietraia.
Il marmo, levigato il marmo
con l’unghia smangiata
percorri,
decifra le vene –
è poroso
ma non stilla da mesi
lavanda dalla maschera greca.
Non staccare
L’indice dal lobo

preghiera

non chiuderti
fuori del cerchio
il contorno che una bambina
segna col dito
sulla battigia

percorri la sagoma
come il sole
il deserto

22-02-2008

8 commenti

  1. ma come scrivi??se questa è una poesia allora io sono Dante!!!

  2. V. Birra · · Rispondi

    Che cos’è una poesia?

  3. E, soprattutto, dove è scritto che è una ‘poesia’?

    cb

  4. Cari cb e V.Birra
    “la poesia è un viaggio verso l’ignoto” ( R.Benigni_ Visto V.Birra che sono bravo anche io a trovare gli aforismi su internet? )
    A te cb la poesia differisce dalla prosa anche per una questione stilistica di capoversi e sillabazioni, tra le altre cose.
    Il tuo negare che questa sia o meno una poesia,mi appere una fuga smodata dalle opinioni di un lettore al quale dovresti mostrare tutte le motivazioni per le quali hai ritenuto valido questo testo ( non voglio pensare che pubblichi le tue cose, solo per compiacerti, senza prima affrontare la questione interiore dell’impatto sul lettore ).
    Consigliandovi di migliorare l’approccio alla scrittura ed ai lettori vi auguro buon lavoro.

  5. @vb,cb,lulu, peppe e chiunque altro legga

    Cosa è poesia e cosa è prosa non è un tema liquidabile nelle poche righe di un commento come nele migliaia di pagine di un saggio.
    Il commento di Lulu è decisamente laconico e anche offensivo, liquidare uno scritto in questo modo è un insulto bello e buono.
    La risposta di cb è una chiara risposta alla provocazione.
    L’impatto sul lettore è un problema che lo scrittore e a maggior ragione il poeta non dovrebbe mai porsi, semmai sono i lettori a doversi porre il problema dell’impatto che uno scrittore potrebbe avere su di loro.

  6. Studiati un bel manuale di scrittura creativa e poi mi diari.

  7. @ Peppe

    la differenza tra poesia e prosa è tutta da meditare, non mi sento di intervenire adesso su questo tema.

    Dal primo commento usi espressioni come ‘dovresti, si dovrebbe, lo scrittore è, lo scrittore fa, e il lettore è così, e il rapporto di là’: mi fa piacere tu riesca ad avere tutta questa conoscenza e questa sicurezza sulla letteratura.

    cb

  8. @peppe
    Colpevole, non ho mai letto manuali di scrittura creativa;non mi va’ che la mia scrittura segua regole precostituite, da altri perdipiù!
    Mi piace pensare di poter essere originale, senza rifarmi a canoni o insegnamenti, sono superbo? credo troppo nelle mie possibilità? di certo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: