L’uomo Vivace

di Antonio Moraca

Lento nel cammino, l’uomo vivace
Osserva tutto e tutti curiosando;
non mai stanco di gustare la vita
s’aggira con passo felpato quando
tra molti passeggiando si confonde.
Si ferma poi in un posto solitario
lontano dal volgare scalpitio
E ridendo e sorseggiando un buon caffè
Inizia a immaginare sopra un foglio
Scrivendone così con le parole:

– Tanta frenesia odo intorno a me
E godo della mia dolce quiete;
non il volo d’un uccello mi sfugge
né l’odore di cibi cucinati.
Amico del mio amico e di me stesso
Nemico sono tutto quanto qui
E colgo della vita il più bel senso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: